Quando la ferramenta per finestre in PVC fa la differenza

13/11/18 18.00 / da Federico Monga

Quando la ferramenta per finestre in PVC fa la differenza

Quando si parla di sicurezza, le finestre tradizionali rappresentano un vero punto debole per l’abitazione. Circa l’80% dei furti messi a segno in Italia negli ultimi anni è partita proprio da lì. In una casa con infissi vecchi, senza protezione, i ladri riescono a entrare in pochi secondi. Ecco perché è fondamentale assicurarsi finestre dotate di tecnologie antieffrazione. Quali caratteristiche devono avere? La presenza di un vetro antisfondamento è un buon inizio, ma se vuoi acquistare finestre sicure controlla che siano dotate di ferramenta di qualità.

Gli infissi scarsamente accessoriati sono più facili da aprire, anche con un semplice cacciavite, in pochi secondi. Per dimostrartelo abbiamo messo a confronto tre diverse tipologie di finestre in PVC:

  • Una finestra convenzionale, completamente priva di sistemi antieffrazione, che è stata scassinata in soli 6 secondi e senza troppi sforzi.

  • Una finestra standard ma di qualità superiore, con ganci antieffrazione. In questo caso, grazie agli elementi aggiuntivi, la finestra resiste fino a 3 minuti prima di essere aperta. I ganci e la ferramenta sull’anta battente risultano però danneggiati dagli strumenti utilizzati dal ladro.

  • Una finestra antifurto di alta qualità, che rispetta lo standard RC2, può resistere fino a 15 minuti. La presenza di ganci doppi, ferramenta controrotante, piastra antitrapano sotto la maniglia e chiusura di sicurezza con chiave, oltre a un vetro anti-sfondamento incollato all’anta hanno impedito al malintenzionato di introdursi in casa, danneggiando il profilo ma lasciando intatti i ganci.

Non ci credi? Guarda con i tuoi occhi:

 

 

Più tempo occorre al ladro per scassinare una finestra, maggiori sono le probabilità che venga scoperto. Di conseguenza, se si trova davanti a infissi particolarmente resistenti il malintenzionato è scoraggiato a proseguire nel tentativo di effrazione.

E la tua casa e chi ci abita sono al sicuro.

 

Finestre in PVC a prova di ladro

Vuoi una finestra capace di resistere alle intrusioni e impedire ai ladri di mettere a segno il loro colpo? Ecco come deve essere accessoriata:

  • Sistema di nottolini antifurto a forma di fungo
  • Cerniere con 5 viti
  • Guarnizioni contro-rotanti
  • Maniglia con chiave di sicurezza
  • Lamiera controalesata
  • Rinforzi in acciaio sull’intero perimetro del battente e del telaio
  • Contatti magnetici per collegare la finestra al sistema di allarme presente in casa

E poi, ovviamente, ci deve essere anche un vetro antisfondamento in classe P4, incollato al battente. L’incollatura evita che il vetro venga scalzato dalla sua sede e ne impedisce la frantumazione nel caso venga colpito con una mazza o un piede di porco.

Tutte queste caratteristiche non impattano sull’aspetto estetico della finestra, che rimane comunque bella da vedere, e non intaccano le performance di isolamento termico e acustico. Guarda anche questo approfondimento totale sulle migliori finestre in PVC.

Cosa aspetti? Metti al sicuro i tuoi beni. 

Acquista delle nuove finestre con ferramenta antieffrazione. 

Fino al 31 dicembre 2018 hai la possibilità di recuperare metà dei soldi spesi per sostituire gli infissi. Per sapere come fare per ottenere la detrazione fiscale finestre. 

La ferramenta per finestre fa davvero la differenza, quando si parla di sicurezza. Scopri quali sono le tecnologie utilizzate sui nostri infissi, per renderli ancora più resistenti alle effrazioni. Sfoglia gratuitamente il catalogo Vetrex.

Scarica i nostri Cataloghi Digitali

Categorie: Finestre Sicure

Federico Monga

Written by Federico Monga

Ingegnere esperto in serramenti in alluminio e PVC, oltre che sulle facciate “tutto vetro” degli edifici. Dal 1992 nel settore dei serramenti, Federico Monga ha iniziato a sviluppare le proprie competenze come responsabile in un laboratorio di prove al fuoco su componenti edili per poi muoversi all'ufficio tecnico dell'associazione nazionale dei costruttori dei serramenti in alluminio. È cresciuto professionalmente come responsabile tecnico per una società produttrice dei siliconi strutturali per l’incollaggio delle facciate continue dei grandi edifici per poi diventare direttore commerciale in Italia di una società tedesca specializzata nell’isolamento termico dei serramenti in alluminio. Più di recente ha assunto la carica di direttore commerciale di un’altra società tedesca sviluppatrice di sistemi per la costruzione delle finestre in PVC ed ora è direttore generale di Vetrex in Italia. Specializzato da anni nel mercato nazionale, ha focalizzato la filiale sulla vendita di prodotti specifici per l’Italia, permettendo ai clienti di accedere al miglior connubio tra tecnologia ed estetica. Esperto e specializzato nel settore dei serramenti da anni, è una delle persone più adatte in Italia a consigliare sia i rivenditori che le famiglie.