Il Segreto delle Migliori Finestre: Vetro Basso Emissivo

15/11/18 12.15 / da Alessandro Silvestri

Il Segreto delle Migliori Finestre: Vetro Basso Emissivo

Da una superficie finestrata entra la luce, ma anche il calore del sole. Se in inverno questo può aiutarti a illuminare l'ambiente in modo piacevole, in estate il surriscaldamento può essere controproducente, soprattutto dal punto di vista economico. Con le migliori finestre, questo non succede. Il segreto? Un profilo perfettamente isolante, realizzato con materiali di qualità e posato da esperti del settore, abbinato a un vetro basso emissivo.

Per migliorare l’efficienza energetica di un edificio devi partire dal suo involucro, cioè dai muri e dagli infissi. 

Considera che da porte, finestre e portefinestre inefficienti viene disperso circa il 25% dell’energia prodotta dall’impianto di climatizzazione domestico. Serramenti non perfettamente isolanti o montati male e vetri di scarsa qualità sono le cause principali di spifferi e ponti termici, che ti costringono a pagare bollette salate per il riscaldamento e il raffrescamento della casa.

D'altra parte, ciò significa che sostituire vecchie finestre inefficienti con serramenti di buona qualità ti permette di risparmiare da subito il 25-30% in bolletta!

Se devi cambiare le finestre opta per infissi con profili resistenti, capaci di isolare termicamente e acusticamente. Non dimenticare che anche il vetro gioca un ruolo importantissimo. Sul mercato trovi prodotti capaci di assicurarti il passaggio della luce solare che, allo stesso tempo, riducono gli scambi termici e la trasmissione del calore dall’esterno all’interno.

 

 

Cambiare le finestre per risparmiare sulle bollette 

La scelta del vetro giusto contribuisce a ridurre le dispersioni e a farti risparmiare sulle spese del riscaldamento, oltre che sulla bolletta della luce, assicurandoti il massimo comfort abitativo.

I vetri singoli e sottili oramai sono preistoria. 

Le nuove tecnologie hanno portato alla realizzazione di vetri più spessi, combinati in vetri doppi o tripli (le cosiddette vetrocamere), chiamati anche “vetri isolanti”.

Gli infissi moderni sono costituiti da 2 o 3 lastre di vetro, separate da un’intercapedine riempita di aria o gas nobili. Maggiore è lo spessore delle lastre, maggiori sono le prestazioni a livello di isolamento termico garantite dalla finestra, in alcuni casi del tutto simili a quelle di un muro.

 

Vetro basso emissivo: cos’è e come funziona 

I vetri che compongono una vetrocamera possono essere dei vetri semplici o, nelle migliori finestre, dei vetri basso emissivi. Questi particolari vetri a isolamento termico sono concepiti per limitare la dispersione termica e ridurre lo scambio termico con l’esterno. 

Le proprietà isolanti sono assicurate da un trattamento superficiale con ossidi metallici che viene fatto su una o più facce del vetro, in grado di creare una barriera contro la radiazione infrarossa. 

Nello specifico quando si parla di vetri si parla di emissitivà (ε), cioè del rapporto tra la radiazione emessa dalla superficie vetrata e la radiazione emessa da un corpo nero, alla stessa temperatura. 

  • Vetri normali ε=0,8/0,9
  • Vetri basso emissivi (detti appunto Low-e) ε=0,1 

Più basso è il valore dell’emissività, maggiore è il grado di isolamento e, di conseguenza, maggiore è il risparmio in bolletta. 

Inoltre al diminuire di ε, diminuisce anche la trasmittanza termica della vetrocamera (Ug), un valore molto importante da controllare quando ci si appresta ad acquistare nuove finestre. Nei più moderni vetrocamera il valore di trasmittanza termica Ug è sempre molto basso e mai superiore a 1,1 W/m2K. 

La qualità del vetro diventa quindi un fattore essenziale per l’isolamento termico dell’edificio. E contribuisce anche a creare una barriera contro i rumori che provengono dall’esterno, assicurandoti così un ottimo isolamento acustico.

 

Per ottimizzare ulteriormente le performance di tenuta e isolamento, sempre più spesso vengono utilizzati, per le vetrocamere, vetri basso emissivi selettivi. Qui il rivestimento viene applicato su entrambe le facciate del vetro utilizzando metalli in grado di riflettere la radiazione termica a bassa e alta lunghezza d’onda.

 

  • Coating selettivo sulla facciata interna: permette la riduzione delle dispersioni termiche facilitando la riflessione verso l’interno del calore emesso dai corpi riscaldanti presenti nell’abitazione. In questo modo è possibile recuperare parte del flusso di calore che altrimenti sarebbe uscito.
  • Coating selettivo sulla facciata esterna: evita il surriscaldamento dell’ambiente, soprattutto in estate, perché riflette il calore impedendogli di entrare. Allo stesso tempo, assicura una perfetta radiazione luminosa, in quanto la superficie trattata rimane comunque trasparente.

 

In questo modo assicuri alla tua abitazione un perfetto equilibrio energetico, perché hai un maggior isolamento termico e ottimizzi l’apporto di luce naturale. 

Se devi sostituire le finestre, quindi, controlla che gli infissi che verranno montati siano composti da vetri a risparmio energetico. 

Le migliori prestazioni in termini di efficienza energetica si ottengono combinando vetri basso emissivi con profili isolanti a bassa trasmittanza, come nelle finestre in PVC.

 

Il PVC, in quanto materiale termoplastico, è molto più performante ed energicamente efficiente rispetto al legno e all’alluminio. Inoltre non richiede una manutenzione particolare, dura a lungo, fino a 40 anni, e si adatta perfettamente a qualsiasi arredamento grazie alle innumerevoli possibilità di personalizzazione delle finiture.

 

Vuoi saperne di più su vetri isolanti e finestre a risparmio energetico? Leggi la Guida realizzata dai nostri esperti. 

Guida gratuita Le 5 Cose che devi sapere prima di comprare nuove finestre

Categorie: Risparmio Energetico

Alessandro Silvestri

Written by Alessandro Silvestri

Esperto di ristrutturazioni, Alessandro è sempre aggiornato su nuovi prodotti, tecnologie e normative che riguardano il mondo degli infissi. Dopo aver lavorato per anni in aziende di produzione e vendita di serramenti in PVC di alta qualità, oggi i serramentisti e i rivenditori del centro Italia si rivolgono a lui per conoscere a fondo le innovazioni tecnologiche del settore.