Detrazioni e IVA su serramenti a risparmio energetico: cosa sapere

05/12/18 18.00 / da Federico Monga

Detrazioni e IVA su serramenti a risparmio energetico: cosa sapere

È giunto il momento di sostituire le finestre di casa? Ottimo. Abbiamo una buona notizia per te, anzi due. 

Se acquisti serramenti a risparmio energetico, oltre a godere del massimo comfort hai l’IVA agevolata e puoi usufruire delle detrazioni fiscali per dimezzare il preventivo. Scopri come iniziare subito a risparmiare.

Dai serramenti dipende il comportamento energetico dell’intero edificio. Ecco perché è così importante scegliere infissi a risparmio energetico. Una finestra isolante di qualità di permette di:

  • Ridurre le dispersioni
  • Migliorare il grado di efficienza energetica dell’edificio
  • Farti risparmiare sulle bollette

Come riconoscere i migliori infissi per isolamento termico? Fai così.

Quanto costa sostituire gli infissi?

Sostituire le finestre di casa è un investimento a lungo termine di cui è difficile stabilire a priori un prezzo, perché ci sono diverse voci che influiscono sul costo. 

Quello che è certo è che fino al 31 dicembre 2018 puoi usufruire di interessanti agevolazioni per abbassare il preventivo.

Taglia i prezzi con le detrazioni 

Hai deciso di ristrutturare casa per migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio? Lo Stato viene in tuo aiuto, mettendo a disposizione alcune misure fiscali per abbassare l’investimento. Per la sostituzione delle finestre, in particolare, è possibile usufruire dell’Ecobonus e recuperare il 50% dei costi sostenuti.

Il rimborso, fino a un massimo di 60 mila euro per unità immobiliare, avviene tramite IRPEF nella Dichiarazione dei Redditi ed è suddiviso in 10 rate annuali. E se non riesci a pagare tutto l’intervento subito puoi comunque ricorrere alla cessione del credito a terzi.

Per poter godere del beneficio sono previste, però, alcune limitazioni.

  • Gli infissi devono andare a sostituire serramenti già esistenti, quindi non puoi richiederlo per le finestre di una casa in costruzione.
  • I nuovi serramenti devono apportare un evidente miglioramento a livello di dispersioni e devono consentire all’involucro di raggiungere un nuovo valore di trasmittanza termica inferiore o uguale al valore Uw limite fissato dal DM 26 gennaio 2010.

Ricordati che per poter usufruire dell’Ecobonus è necessario inviare all’Enea tutta la documentazione attestante l’acquisto e il pagamento delle finestre, entro 90 giorni dalla fine dei lavori (leggi questo approfondimento).

IVA agevolata su serramenti a risparmio energetico

Nel caso di ristrutturazioni e interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili residenziali si sente spesso parlare di aliquota IVA agevolata. Quando è possibile applicarla e per quali importi?

Prima di entrare nel dettaglio è bene specificare che il preventivo per la sostituzione delle finestre è costituito da due voci principali:

  • Il costo per la manodopera e i beni non significativi (viti, silicone, ecc.)
  • Il costo dei beni significativi, cioè gli infissi oggetto di installazione

L’IVA agevolata al 10% si applica sul costo della manodopera e sulla differenza tra l’importo complessivo dell’intervento e il valore dei beni stessi. Sul valore residuo dei beni significativi si applica, invece, l’IVA al 22%.

Vediamo un esempio, per fare un po’ di chiarezza.

Ipotizziamo che per l’installazione dei nuovi infissi ti sia stato fatto un preventivo di 10.000 + IVA euro così suddivisi:

  • 3.000 euro + IVA per la manodopera
  • 7.000 euro + IVA per gli infissi

Calcoliamo quindi l’importo finale che devi pagare, tenendo conto delle agevolazioni dell’Imposta sul Valore Aggiunto previste dalla normativa.

Manodopera

3.000 euro + IVA 10% = 3.300 euro

Beni significativi

10.000 – 7.000 = 3.000 euro + IVA 10% = 3.300 euro

7.000 – 3.000 = 4.000 euro + IVA 22% = 4.880 euro

Totale fattura:

3.300 + 3.300 + 4.880 = 11.480 euro

Totale fattura (senza agevolazione IVA)

10.000 euro + 22% = 12.200 euro

Grazie all’IVA ridotta hai risparmiato 720 euro. E il prezzo scende ancora di più, se usufruisci anche della detrazione fiscale del 50%.

Per usufruire dell’aliquota IVA al 10% è sufficiente presentare al fornitore un’autocertificazione in cui dichiari che stai svolgendo lavori di ristrutturazione e vuoi beneficiare dell’IVA agevolata.

Ricordati di farlo presente in fase di preventivo o comunque prima della conferma d’ordine, onde evitare spiacevoli inconvenienti.

 

Vuoi richiedere un preventivo gratuito per la sostituzione delle finestre? Contattaci subito per ricevere un’offerta personalizzata sulle tue esigenze.

Richiedi preventivo gratuito finestre premium

Categorie: Prezzi e Detrazioni

Federico Monga

Written by Federico Monga

Ingegnere esperto in serramenti in alluminio e PVC, oltre che sulle facciate “tutto vetro” degli edifici. Dal 1992 nel settore dei serramenti, Federico Monga ha iniziato a sviluppare le proprie competenze come responsabile in un laboratorio di prove al fuoco su componenti edili per poi muoversi all'ufficio tecnico dell'associazione nazionale dei costruttori dei serramenti in alluminio. È cresciuto professionalmente come responsabile tecnico per una società produttrice dei siliconi strutturali per l’incollaggio delle facciate continue dei grandi edifici per poi diventare direttore commerciale in Italia di una società tedesca specializzata nell’isolamento termico dei serramenti in alluminio. Più di recente ha assunto la carica di direttore commerciale di un’altra società tedesca sviluppatrice di sistemi per la costruzione delle finestre in PVC ed ora è direttore generale di Vetrex in Italia. Specializzato da anni nel mercato nazionale, ha focalizzato la filiale sulla vendita di prodotti specifici per l’Italia, permettendo ai clienti di accedere al miglior connubio tra tecnologia ed estetica. Esperto e specializzato nel settore dei serramenti da anni, è una delle persone più adatte in Italia a consigliare sia i rivenditori che le famiglie.