Come eliminare condensa e muffa in cucina

19/12/18 18.00 / da Alessandro Silvestri

Come eliminare condensa e muffa in cucina

Vetri appannati, macchie scure negli angoli della stanza e sui muri, aria viziata e pesante. Anche in casa tua succede così? Potrebbe essere un problema di umidità. Queste condizioni si verificano più facilmente nelle stanze dove c’è una grande produzione di vapore acqueo, come il bagno, la lavanderia e la cucina. E possono portare alla formazione di muffa e altri batteri, anti-estetici e pericolosi per la salute. Ecco due soluzioni efficaci per risolvere il problema muffa in cucina.

L’umidità in casa è dovuta alla presenza di acqua nelle murature, un fenomeno tanto sgradevole quanto pericoloso perché può portare al deteriorarsi del materiale con cui sono realizzate le pareti, al distacco dell’intonaco e, in alcuni casi, alla formazione di muffa.

Si parla, in questo caso, di muffa da condensa, per distinguerla dalla muffa dovuta all’umidità di risalita o da quella causata da infiltrazioni esterne.

Il proliferare di questi micro-organismi può causare seri problemi di salute, quindi è importante tenere sotto controllo il grado di umidità ed evitare la formazione di condensa sulle pareti.

Il problema è che la cucina è una delle stanze più a rischio muffa.

Quando cucini il vapore acqueo prodotto dalla cottura dei cibi tende a depositarsi sulle pareti circostanti e sui vetri delle finestre. Ti è sicuramente capitato di trovare le finestre appannate, mentre fai bollire l’acqua per cuocere la pasta.

Inoltre anche i forti sbalzi di temperatura, dovuti all’accensione frequente del forno e del fornello, possono causare fenomeni di condensa.

Inoltre, soprattutto se la cucina è esposta a nord e l’isolamento dell’abitazione non è ottimale, si vengono a formare dei ponti termici che amplificano la possibilità di veder formare la condensa sui muri o sugli infissi, con tu conseguenze prevedibili.

Il problema della condensa non è limitato alla cucina, ma può verificarsi anche in altre stanze in cui il tasso di vapore acqueo è elevato. Ecco alcuni consigli utili per tenere sotto controllo il tasso di umidità nei locali della lavanderia.

Come avrai capito condensa e muffa in cucina sono eventi molto comuni. Ciò, però, non significa che non possano essere debellati.

Oggi analizziamo insieme due dei rimedi più efficaci per eliminare condensa e muffa dalla stanza.

1.    Usa pitture antimuffa

Se sulle pareti sono già comparsi i primi segni di muffa devi agire subito, prima che sia troppo tardi. Le spore di questo fungo, infatti, tendono a moltiplicarsi velocemente e possono infestare una larga porzione della parete in poco tempo.

Ecco l'iter da seguire:

  1. Usa una spazzola per rimuovere manualmente la muffa
  2. Applica una pittura disinfettante igienizzante capace di uccidere i micro-organismi presenti sul muro
  3. Lascia agire il prodotto per almeno 24 ore
  4. Elimina i residui di muffa con una spugna
  5. Ritinteggia la parete con due mani di vernice anti-muffa

Se, per fortuna, non noti ancora nessun segnale, questo è il momento giusto per fare prevenzione. Nelle stanze particolarmente soggette all’accumulo di vapore acqueo, come appunto la cucina, è consigliato eseguire un ciclo preventivo con pitture per interno ad azione anti-condensa. Questi prodotti riducono la formazione della condensa superficiale e limitano quindi la possibilità che sulle pareti si formi la muffa.

 

2.    Installa finestre ventilate

Se abiti in una casa dove sono presenti infissi datati probabilmente non hai mai dovuto fare i conti con la muffa. Questo perché le finestre di una volta erano piene di spifferi che, oltre a far passare il freddo e ridurre notevolmente il comfort domestico, assicuravano un lento e costante ricambio d’aria e l’eliminazione dell’umidità. Questo, in realtà, non è da vedersi come un vantaggio, perché se in casa continua a entrare aria fredda tu sei costretto a tenere accesa la caldaia al massimo per molte ore, vanificando ogni sforzo fatto per risparmiare energia.

Molte famiglie, stanche di questa situazione di disagio, hanno deciso di sostituire gli infissi per migliorare il comfort domestico, dimezzando i costi del preventivo grazie alle detrazioni. Tuttavia, proprio il fatto di aumentare il grado di isolamento con finestre di qualità può aumentare il livello di umidità.

E se non arieggi con frequenza la stanza si può arrivare alla formazione di condensa e muffa.

Ovviamente ciò non significa che per eliminare il problema muffa in cucina tu debba acquistare infissi di scarsa qualità o che debba installarli male, per poter avere gli spifferi. Una finestra che non isola perfettamente causa consumi energetici elevati e, di conseguenza, bollette salate.

Per ridurre l’umidità in casa, soprattutto in cucina, e al contempo beneficiare di una temperatura piacevole e del massimo isolamento termo-acustico, devi scegliere finestre dotate di un sistema di microventilazione.

Gli infissi con sistema di micro-ventilazione sono perfetti se sei fuori casa tutto il giorno e quindi non puoi continuamente aprire e chiudere le finestre per cambiare l’aria.

Questo tipo di serramenti garantisce il giusto ricambio d’aria senza causare dispersioni termiche. In poche parole hai tutti i vantaggi di una finestra perfettamente isolante dal punto di vista termico e acustico e puoi stare tranquillo in quanto a umidità, perché il ricircolo dell’aria è costante e silenzioso.

 

Se hai deciso di cambiare le finestre della cucina, ricordati di considerare anche altri aspetti, oltre alla microventilazione. Per scegliere il modello che fa per te devi considerare anche l'ingombro e la luminosità. Leggi questo articolo per saperne di più e scarica la Guida gratuita che trovi qui sotto, dove abbiamo inserito 5 cose da sapere prima di comprare nuove finestre per la tua casa.

Guida gratuita Le 5 Cose che devi sapere prima di comprare nuove finestre 

Categorie: Microventilazione

Alessandro Silvestri

Written by Alessandro Silvestri

Esperto di ristrutturazioni, Alessandro è sempre aggiornato su nuovi prodotti, tecnologie e normative che riguardano il mondo degli infissi. Dopo aver lavorato per anni in aziende di produzione e vendita di serramenti in PVC di alta qualità, oggi i serramentisti e i rivenditori del centro Italia si rivolgono a lui per conoscere a fondo le innovazioni tecnologiche del settore.